image-651
image-651

Via Villa, 24

35028 Piove di Sacco (PD)

 

Si riceve su appuntamento

 

Tel.   049 9701990 

Mob. 320 9245469  

Mob. 347 0193101

 



facebook
instagram
whatsapp
phone

BARISON

BARISON


whatsapp

Pavimenti e Rivestimenti

 049 9701990 -  3470193101                        barisonsrl@gmail.com

Pavimenti e Rivestimenti


facebook
instagram
whatsapp
phone

barisonsrl@gmail.com 

​ www.barisonsrl.it

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione, compresi cookie di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

images99
images94

Ecobonus 110 per cento infissi: cos’è e come funziona?​

ATTENZIONE: Questo articolo è in continuo aggiornamento. Appena ci saranno modifiche ufficiali, aggiorneremo il post.

 

 

Indice degli argomenti

Che cos’è l’ecobonus 110%?

Chi ha diritto al super ecobonus 110%?

Quali lavori devo effettuare per avere diritto all’ecobonus?

Chi deve certificare gli interventi che rientrano nel superbonus?

Quando posso usufruirne?

Come effettuare il pagamento per poter usufruire del bonus 110%?

Posso cedere il mio credito?

Bonus 110 infissi: domande frequenti

Perché Tigullio Design è uno specialista dell’ecobonus 110%?

Che cos’è la detrazione fiscale al 50%?

Quali spese rientrano nel bonus infissi?

In quanti anni posso usufruire di questo importo?

Detrazione fiscale infissi: un esempio per capire meglio

Bonus infissi: procedura

Come effettuare il pagamento

Come inviare le pratiche all’Enea

Detrazione infissi 2020: domande frequenti

Conclusioni

Che cos’è l’ecobonus 110%?

L’ecobonus 110% è la possibilità di effettuare lavori per migliorare l’efficienza energetica del proprio immobile recuperando in cinque anni, come credito d’imposta, il 110% della spesa sostenuta fino a un massimo di 90.000€, se sostituisci la caldaia con una in classe A e applichi il cappotto termico alle pareti.

Se effettui soltanto uno di questi due interventi, il tetto massimo è di:

30.000€ per la sostituzione della caldaia;

60.000€ per il cappotto termico.

 

Chi ha diritto al super ecobonus 110%?

Le opere devono riguardare condomini o case indipendenti – non in costruzione – che costituiscano la prima abitazione, e ne potranno usufruirne solo le persone fisiche – non le attività commerciali – ad eccezione degli interventi compiuti dagli Iacp (Istituti Autonomi Case Popolari) o da cooperative sociali.

Cosa significa tutto ciò? Vuol dire che:

Se possiedi un appartamento in un condominio e vuoi ristrutturare solo il tuo appartamento, non hai diritto al bonus; per aver diritto al bonus deve essere ristrutturato l’intero condominio;

Se possiedi una villetta unifamiliare in cui abiti, hai diritto al bonus;

Se possiedi una villetta unifamiliare che utilizzi come seconda casa o che dai in affitto, non hai diritto al bonus;

Se la tua seconda casa è in condominio e viene ristrutturato l’intero condominio, hai diritto al bonus;

Se possiedi un locale intestato ad un’attività commerciale, studio, negozio o laboratorio, non hai diritto al bonus;

Quali lavori devo effettuare per avere diritto all’ecobonus?

Per avere diritto al super bonus 110% è necessario che i lavori apportino un miglioramento di almeno 2 classi energetiche o che tale miglioramento rappresenti il massimo tecnicamente raggiungibile, tramite:

- coibentazione di almeno il 25% delle pareti dell’edificio (cappotto termico), con un tetto massimo di 60.000€ per ogni unità abitativa;

- installazione di impianti di riscaldamento utilizzando caldaie a condensazione o pompe di calore, con un tetto massimo di 30.000€ per ogni unità abitativa.

Se effettui uno di questi due interventi, puoi abbinare anche la sostituzione degli infissi e delle schermature solari come tende da sole, tende tecniche e persiane (fino a un massimo di 60.000€) o impianti fotovoltaici (fino a un massimo di 48.000€).

 

Chi deve certificare gli interventi che rientrano nel superbonus?

 

Per avere diritto al bonus, la prima operazione da fare è rivolgersi ad un termo-tecnico che certifichi che i lavori effettuati rispettano le normative.

Il tecnico dovrà anche certificare, con responsabilità penale, che i costi sostenuti sono in linea con eventuali verifiche di congruità da parte di Agenzia delle Entrate.

 

Quando posso usufruirne? 

Dal 1 luglio 2020 (data di entrata in vigore del Decreto Rilancio) al 31 dicembre 2021.

Nonostante i tempi sembrino parecchio larghi, è bene affrettarsi perchè i lavori di coibentazione (e ancor di più quelli di consolidamento antisismico) hanno generalmente tempi lunghi e in alcune regioni d’Italia non si possono realizzare in inverno per motivi climatici.

Inoltre, non è da sottovalutare il problema delle assemblee condominiali, al momento impossibili da effettuare per il problema del distanziamento sociale, che quindi slitteranno alle prossime settimane, se non mesi.

 

Come effettuare il pagamento per poter usufruire del bonus 110%? 

È necessario pagare le fatture con un bonifico bancario parlante.

Devi prestare particolare attenzione a questa operazione, perché si tratta di qualcosa di ben diverso e specifico rispetto al bonifico ordinario: in caso di errori o disattenzioni, potresti infatti non vederti riconosciute le agevolazioni fiscali.

Il bonifico cosiddetto “parlante” si differenzia da quello comune perché in esso devono essere specificate tutte le informazioni necessarie per non creare confusione con altri pagamenti e non avere problemi nel momento in cui presenterai la documentazione all’Agenzia delle Entrate richiedendo lo sconto fiscale sulla dichiarazione dei redditi.

Tutte le banche e gli uffici postali sono dotati di apposita modulistica, dove vengono ben illustrati i campi da compilare.

Posso cedere il mio credito?

 

Si, è prevista la possibilità di cedere il tuo credito all’impresa che effettua i lavori, alle banche o agli istituti finanziari.  

Bonus 110 infissi: domande frequenti

 

Devo sostituire solo gli infissi del mio appartamento, posso usufruire del bonus 110%?

No, per averne diritto, l’intero condominio deve effettuare una serie di lavori che aumentino di almeno di 2 classi energetiche tutti gli appartamenti (cappotto termico o sostituzione di caldaia). Se vuoi sostituire soltanto gli infissi, rimane valido l’ecobonus 50% detraibile in dieci anni, di cui ti parlerò più avanti nell’articolo.

 

Abito in un condominio e sto ristrutturando solo il mio appartamento. Se cambio la caldaia, installo il cappotto termico all’interno e sostituisco i serramenti, ho diritto al bonus 110%?

No, se abiti in condominio ed effettui interventi solo sul tuo appartamento non ne hai diritto. Per poterne usufruire, l’intero condominio deve effettuare dei lavori che aumentino di almeno di 2 classi energetiche tutti gli appartamenti (cappotto termico o sostituzione di caldaia).

 

Sto costruendo una nuova villetta indipendente, posso usufruire del bonus?

No, puoi usufruirne solo se abiti in una villetta già esistente e aumenti almeno di due classi il valore energetico (o il massimo tecnicamente possibile). Se la tua casa è in classe B, ad esempio, basterebbe portarla in classe A.

 

Sono proprietario di una villetta indipendente che ho dato in affitto, posso usufruire del bonus?

No, se possiedi una villetta unifamiliare che utilizzi come seconda casa o che dai in affitto, non hai diritto al bonus.

 

Sono proprietario di una seconda casa (appartamento) ubicato in un condominio, posso usufruire del bonus?

Si, in questo caso hai diritto all’ecobonus 110%, ma solo se gli interventi miglioreranno almeno di due classi energetiche i singoli appartamenti.

 

Mi sono messo d’accordo con tutti i condomini del palazzo in cui vivo per sostituire la vecchia caldaia a gasolio, coibentare le pareti esterne con un cappotto termico e sostituire gli infissi di tutti gli appartamenti, ho diritto al bonus?

Si, solo se gli interventi che saranno realizzati miglioreranno almeno di due classi energetiche i singoli appartamenti.

 

Ho una casa indipendente in cui vivo e voglio effettuare dei lavori di ristrutturazione (coibentazione delle pareti tramite insufflaggio, impianto di riscaldamento a pavimento comandato da pompa di calore e sostituzione di tutti i serramenti e delle persiane): ho diritto all’ecobonus 110%?

Si, solo se gli interventi che saranno realizzati miglioreranno almeno di due classi energetiche la tua casa.

 

Se il mio intero condominio effettua un intervento complessivo che dà diritto all’ecobonus 110 %, posso io, proprietario del singolo appartamento, sostituire in maniera autonoma i miei infissi e accedere all’ecobonus 110 %?

A mio parere sì, purché l’intervento sia eseguito congiuntamente all’intervento complessivo che dà diritto all’ecobonus 110%. Tuttavia per questo ed altri dettagli interpretativi, è il caso di attendere i provvedimenti attuativi dell’Agenzia delle Entrate.

 

In conclusione:

se sei tentato di usufruire dell’ecobonus 110% ma temi di non poter rientrare tra i beneficiari;

se sei spaventato dalle incombenze fiscali che ti sembrano insormontabili;

se semplicemente non hai voglia di leggere con la dovuta attenzione le pagine del Decreto Rilancio e desideri che qualcun altro lo faccia per te e pensi anche a tutti gli adempimenti necessari…

allora affidati a noi il ns Staff instituito appositamente per una valutazione di fattibilità,  espletamento delle pratiche e coordinamento lavori.

images100
images89

Detrazione fiscale infissi 50%: cos’è e come funziona?

 

La detrazione fiscale è “l’importo che il contribuente può sottrarre dall’imposta lorda“ ovvero il totale delle tasse sui redditi di cui si è debitori verso lo Stato.

In parole povere, è l’importo che lo Stato ti “sconta” dalle tasse che devi pagare.

Se stai valutando la sostituzione dei tuoi infissi – finestre, persiane o avvolgibili – devi sapere che la detrazione fiscale è pari al 50% del costo sostenuto.

Quali spese rientrano nel bonus infissi?

Il bonus finestre viene concesso se esegui interventi che ti permettono di ottenere un miglioramento termico dell’edificio.

Rientrano anche in questo bonus la fornitura e posa in opera di:

finestre

porte d’ingresso

scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti (se solidali con l’infisso) e suoi elementi accessori, purché tale sostituzione avvenga simultaneamente a quella degli infissi

tende da sole (a condizione che non siano orientate a nord)

Anche la sostituzione dei vetri rientra tra le spese agevolabili per il miglioramento delle caratteristiche termiche dei componenti vetrati esistenti.

Purtroppo le zanzariere non possono accedere alla detrazione fiscale ecobonus 2020 infissi al 50% nè come schermature solari – in quanto non rispettano il valore di gtot < 0.35 – nè come bonus casa (ristruttturazione).

 

In quanti anni posso usufruire di questo importo?

 

L’importo viene distribuito in 10 anni con rimborsi annuali di pari importo.

Detrazione fiscale infissi: un esempio per capire meglio

Poiché gli argomenti di natura fiscale sono complessi, a titolo esemplificativo ti riporto nel seguito una casistica molto comune che potrebbe aiutarti nella comprensione:

  • Andrea acquista delle finestre del valore di 3.000€
  • La detrazione fiscale è del 50% quindi pari a 1.500€
  • Lo Stato diminuisce le tasse di Andrea di 150€ all’anno per 10 anni.

Bonus infissi: procedura

 

Quale è la procedura per poter usufruire della detrazione fiscale?

 

Innanzitutto, per avere diritto alla detrazione fiscale finestre devi effettuare il pagamento, dopodichè inviare la pratica ENEA.

Qui sotto ti spiego come fare.

 

Come effettuare il pagamento

 

È indispensabile che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale di tipo speciale, da cui risulti:

la causale del versamento (legge 296/06 e successive modifiche, risparmio energetico);

il codice fiscale di chi vuole usufruire della detrazione;

il codice fiscale o numero di partita Iva della ditta venditrice

A questo proposito, ti rimando alla lettura del paragrafo Come effettuare il pagamento per poter usufruire del bonus 110% per comprendere bene l’importanza di effettuare correttamente il cosiddetto bonifico parlante.

 

Come inviare le pratiche all’Enea

Successivamente al pagamento, e comunque entro 90 giorni dal termine dell’installazione degli infissi, dovrai predisporre telematicamente la pratica Enea.

L’operazione è molto semplice:

Collegati al sito Finanziaria Enea;

Iscriviti creando username e password;

Inserisci tutti i dati richiesti (dati anagrafici, dati riguardanti l’appartamento e il palazzo…);

Inserisci i valori richiesti che ti verranno comunicati dall’azienda al momento del contratto, ovvero: il prezzo degli infissi comprensivo di IVA e i valori di trasmittanza termica sia delle vecchie finestre che delle nuove.

 

Detrazione infissi 2020: domande frequenti

 

Qui di seguito trovi una lista di domande frequenti riguardanti la detrazione fiscale dei serramenti.

 

Esiste un limite massimo di spesa?

Si, per il bonus ristrutturazioni non puoi superare i 96.000€.

 

Chi può beneficiare della detrazione fiscale infissi?

Possono beneficiare del bonus serramenti:

- proprietari o nudi proprietari

- locatari

- comodatari

- il familiare convivente

chiunque abbia un diritto di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie).

 

Se vendo l’appartamento perdo il bonus serramenti?

Salvo diverso accordo tra le parti, può essere trasferito alla persona che subentra per la parte residua non ancora utilizzata. In caso di decesso, invece, la detrazione passa all’erede solo se questo abita nella casa interessata o se vi trasferisce la residenza.

 

Sostituzione vetri finestre detrazione: se decido di sostituire solo i vetri, ho comunque diritto alla detrazione?

Si, anche la sostituzione dei vetri permette un miglioramento dal punto di vista termico dell’edificio. Quindi, rientrando nel bonus serramenti, la sostituzione dei vetri dei serramenti è detraibile al 50%.

 

Posso usufruire del bonus infissi anche senza effettuare lavori di ristrutturazione?

Si, puoi usufruire del bonus finestre e infissi anche se non effettuerai lavori di ristrutturazione.

 

Devo per forza rivolgermi a un tecnico per inviare le pratiche?

Nel caso di interventi in singole unità immobiliari, quindi univocamente definite al Catasto urbano tale scheda può anche essere redatta dal singolo utente;

In tutte le fattispecie diverse da quelle di cui sopra (ad esempio, interventi che riguardano parti condominiali), la scheda deve essere sottoscritta da un tecnico abilitato.

Tuttavia, dato che la pratica non è semplicissima da compilare e inviare, ti consiglio di rivolgerti in ogni caso a un tecnico specializzato, come un architetto, geometra o commercialista.

In questo modo sarai sicuro di non sbagliare.

 

In quali casi bisogna fare le pratiche ENEA?

Per gli interventi di risparmio energetico (quindi sostituzione delle finestre, porte blindate, isolamento termico del soffitto o dei muri…) e per quelli di ristrutturazione edilizia (che permettono un miglioramento dal punto di vista termico dell’edificio).

 

Se pago l’acconto nel 2020 e il saldo nel 2021, come devo comportarmi?

Hai due opzioni:

La prima è predisporre la pratica ENEA nel 2020 usufruendo della detrazione fiscale 2020 solo per ciò che hai pagato nel 2020. Mentre per il saldo pagato nel 2021 devi predisporre un’altra pratica e usufruirai della detrazione 2021.

La seconda opzione è fare tutto nel 2021: in questo caso avrai diritto alla detrazione fiscale a partire dal 2022.

 

Posso detrarre la spesa sostenuta per acquisto e installazione di zanzariere?

No. Le zanzariere non possono accedere alla detrazione fiscale ecobonus 2020 infissi al 50% come schermature solari in quanto non rispettano il valore di gtot < 0.35.

Allo stesso modo non accedono nemmeno alla detrazione fiscale bonus casa (ristrutturazione).

Conclusioni


Spero di averti potuto aiutare nella comprensione della detrazione fiscale infissi 2020 e dell’ecobonus 110%.


 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder